Lead Generation: Cos’è e come si fa

Lead generation

Condividi questo post

Indice

Introduzione
Cos’è un Lead?
Un po’ di storia
In pratica
Ok, ho il contatto. E adesso?
Ma perché fare Lead e non altre attività di marketing?
Conclusione

 

Introduzione

La Lead generation è il processo che ti permette di attrarre l’interesse di potenziali clienti per poi trasformarlo in conversioni.
È una parte fondamentale del processo di vendita di molte aziende.

Tempo di lettura: 5 minuti. Oppure ascoltalo in Podcast!



 

Cos’è un Lead?

Un lead è il contatto (numero telefonico, e-mail o altro) di una persona che ha mostrato interesse per i tuoi prodotti o servizi, senza però aver portato a termine l’acquisto.
Lo possiamo definire come un potenziale cliente che pur non avendo effettuato l’acquisto, ha dato motivo di credere che questo acquisto possa avvenire in futuro.

 

Un po’ di storia 

Quando nacque la lead generation, la tecnologia non era sviluppata come oggi.
Quindi, si acquistavano intere liste di nominativi e numeri telefonici e, alzando la cornetta, si provava a contattare una ad una le persone.
Senza sapere però se queste fossero interessate o meno.
Senza sapere se una chiamata a freddo potesse dargli fastidio.

Oggi però, grazie ai social, possiamo segmentare le nostre audience e trovare lead in target a costi contenuti.
Con le automazioni siamo addirittura in grado di concludere il processo di acquisto senza mai dover interagire in prima persona con il cliente.

E, soprattutto, salvo un repentino cambio di interessi, un lead può essere contattato molte volte se non acquista oppure se ha già acquistato ma vogliamo aumentare il suo LTV (Life Time Value).

 

In pratica

Nella pratica esistono diversi modi per generare un lead, vediamone alcuni:

1. Content Marketing

Creare e condividere contenuti editoriali di alto valore è un modo utile per aumentare il traffico verso il sito web aziendale, acquisire dati e informazioni sugli utenti in target e convertire le intenzioni di spesa in acquisti.
Non c’è una regola d’oro. Serve olio di gomito, contenuti interessanti e scritti nel rispetto della SEO.

 

2. Social Media Marketing

Oltre ad essere un ottimo strumento per veicolare i nostri contenuti, ci permettono anche di fare adv segmentando il pubblico per fasce di età, zone geografiche ed interessi, ma soprattutto di intercettare il pubblico prima ancora che egli stesso sappia del suo bisogno latente.
Possiamo quindi fornirgli contenuti che lo facciano scivolare via via nel nostro funnel (se non sai cos’è il Funnel Marketing leggi il nostro articolo!).

 

3. Campagne di Remarketing/ Retargeting

Se un utente in passato ha interagito con noi e ha manifestato interesse nei confronti dei nostri prodotti o servizi, ma non ha acquistato, perché lasciarlo andare via per sempre?
Inseguiamolo! (Legalmente parlando eh!)
Non userei il remarketing come unica strategia per i lead, ma sicuramente combinata con altre strategie, produce degli ottimi risultati!

 

4. E-mail marketing

Se sei riuscito ad avere la mail dei tuoi lead, sei già a buon punto.
Inizia con loro un dialogo. Spiega cosa fai, come potresti aiutarli, quale problema potresti risolvergli e magari, dedicargli un offerta speciale.

 

5. Fomo

Acronimo di Fear Of missing Out, cioè la paura di perdersi notizie, aggiornamenti, offerte ecc.
Se fai leva su questo aspetto psicologico, se la tua offerta risulta imperdibile, vedrai che avrai nuovi prospect in quantità.
Trova gli argomenti che scottano, lavora sulla brand awareness dimostrando di essere un partner fidato. Vedrai che le cose andranno bene.

 

 

Ok, ho il contatto. E adesso?

E adesso viene il bello!
Ovvero la Lead Nurturing

Che sia manuale o attraverso automazioni di marketing (flussi mail, chat bot, ecc) dobbiamo chiudere il cerchio.
Quindi creiamo e alimentiamo la conoscenza del brand e dei suoi prodotti, portando il prospect sempre più vicino alla conversione.

In pratica, apri un flusso di comunicazione e attività ingaggianti che facciano incuriosire l’utente, ti facciano apprezzare, differenziare e, se possibile, essere indispensabile per loro.

E quando l’utente è abbastanza caldo, vai con l’offerta e chiudi la conversione.

 

Ma perché fare Lead e non altre attività di marketing?

Posso risponderti con una riga:
Perché facendo lead generation è il cliente a contattare l’azienda e non viceversa.

Può sembrare banale, ma è fondamentale.
Significa che il tuo prospect ha un problema e identifica in te la soluzione.
In pratica il suo percorso di acquisto è già avviato, deve solo capire a livello di budget o di fiducia se sei la persona o l’azienda giusta.

 

Conclusione:

Come hai visto, fare Lead generation oggi è facile, porta con sé una marea di vantaggi e ha anche dei costi relativamente contenuti – che variano però da settore a settore.

Se credi che sia giunto il momento di fare Lead generation con la tua attività, ma non hai idea di come partire, completa il form qui sotto!
Prenota una call gratuita di 45 minuti e lavoriamo per lanciare la tua lead generation!

Leggi altri articoli!

Advertising

Email Marketing: cos’è, come funziona e i vantaggi

Indice Introduzione Cos’è l’email marketing? Da dove partire per scrivere un’Email con fini di Marketing? Quando inviare una Mail Promozionale? Quali software scegliere per fare

Contattaci

Fissiamo insieme una consulenza gratuita di 45 minuti e capiamo se possiamo lavorare insieme

Privacy policy