6 Errori da non fare su Instagram

6 errori che fanno tutti su Instagram

Condividi questo post

In questo articolo vediamo 6 errori che fanno tutti (e che abbiamo fatto noi per primi) su Instagram.

Ti assicuro che seguendoli vedrai una svolta del tuo profilo!

Tempo di lettura: 5 minuti.
Oppure ascoltalo in Podcast o guarda il video su YouTube!

Non evolvere

Interagisci!

Perché i miei post non funzionano?

Aspettare il contenuto perfetto

App e Tool non autorizzati da Instagram

Evita le azioni di massa

Rimanere statico sulle tue idee, sullo stesso stile e sugli stessi contenuti è un errore gravissimo. 
Il rischio è di annoiare il tuo pubblico e poi perderlo

Ovvio che uno degli obiettivi delle tua comunicazione è raggiungere nuovi utenti, ma non dimenticarti di mantenere anche i vecchi.

2 consigli pratici sono: 

  • sperimenta nuovi formati, nuove rubriche, nuovi modi di comunicare (senza snaturarti), e monitora come vanno. Una volta raccolti i dati buttati su ciò che ha funzionato!
  • Se hai la fortuna di avere già un pubblico affezionato, parla direttamente con la tua community. Chiedi attraverso sondaggi, box domande o post interattivi cosa vorrebbero vedere sui tuoi canali o cosa potresti migliorare.

Collegandoci con quello che abbiamo appena detto, è fondamentale chiedere feedback alla propria community, ma è altrettanto importante rispondere

Ricordati che dall’altra parte ci sono delle persone, non degli strumenti. 

Non devi spolpare i tuoi follower, devi crearci una relazione.

Se chiedi like, commenti, interazioni o di acquistare i tuoi prodotti, ma poi non dai mai una risposta ai messaggi e ai commenti che ricevi, prima o poi la gente si stancherà di starti dietro. 

Questa è una delle domande che riceviamo con più frequenza.

Magari ti sei impegnato, hai fatto un post bellissimo e interessantissimo, poi lo pubblichi e ti rendi conto che non funziona. 

Perché?
Dare la colpa ad Instagram o all’algoritmo non è una risposta. 

Tendenzialmente i 4 veri motivi sono: 

1. Hai costruito il contenuto in base a ciò che piace a te

Hai costruito il contenuto in base a ciò che piace a te o che tu trovi interessante.

Ricordati che la tua comunicazione però non è indirizzata a te, ma ai tuoi follower. 
E per quanto loro possano condividere degli interessi con te, non è detto che abbiamo i tuoi stessi bisogni

Dare per scontato di sapere cosa vuole il proprio pubblico, senza studiarlo o coinvolgerlo direttamente, è l’errore più grande che si possa fare.

Ascolta chi ti segue, dagli valore e risolvigli i problemi.

2. Non hai chiaro qual è l’obiettivo

Magari hai fatto tutte le analisi del caso e hai definito gli obiettivi generali della tua comunicazione, ottimo, ma non basta. 

Ogni post o storia che pubblichi deve avere un obiettivo specifico

Cosa vuoi ottenere? Like, commenti, condivisioni, salvataggi? 

Non puoi pensare di ottenere tutto con un singolo contenuto. 

Ogni post deve avere un unico obiettivo ed essere costruito in funzione di quello. 

Vuoi più commenti? Crea un reel che stimoli la discussione. 

Più salvataggi? Pensa ad un carosello con delle informazioni che potrebbero tornare utili a chi ti segue anche in futuro. 

3. NON MONITORARE I DATI 

 L’errore conseguente al punto due è di non monitorare come va ciò che pubblichi

Hai stabilito l’obiettivo specifico, bene, ma non finisce qui. Come fai a sapere se l’obiettivo viene raggiunto dopo la pubblicazione? 

Devi monitorare i dati!

In questo articolo ti spieghiamo come scegliere i propri obiettivi e i KPIIndicatori chiave della performance, ovvero le metriche che puoi utilizzate per capire se la strategia messa in atto funziona o meno.

4. non essere costante

Ultimo errore è di pubblicare quando hai voglia, senza essere costante.

Instagram penalizza questo comportamento, perché il suo obiettivo è quello di trattenere le persone sulla piattaforma.  

L’organizzazione e la costanza sono tutto. Se tu non pubblichi in modo costante non aiuti Instagram a trattenere gli utenti online, quindi sicuramente Instagram non aiuterà te a crescere. 

Certo non devi avere la smania di pubblicare centinaia di contenuti al mese, meglio pochi ma buoni.
Buoni e pubblicati costantemente. 

Fare un contenuto al giorno per due settimane e poi stare fermo per un mese perché ti rendi conto di non riuscire a tenere questo ritmo non è affatto saggio. 

Impara a costruire un piano editoriale social

Il consiglio che ti diamo è quello di farti un PED (Piano Editoriale Digitale) di un mese, con una quantità di contenuti spalmati nel tempo. 

Produrli, e a quel punto, quando hai un cuscinetto di sicurezza vai. 
Per iniziare bastano anche due post la settimana. 
Poi quando ingrani puoi incrementare la quantità. 

Se non sai da dove partire, qui trovi una video lezione gratuita in cui puoi imparare cos’è un PED e come creare il tuo personalizzato.

Aspettare il contenuto perfetto

Hai rifatto lo stesso reel o lo stesso carosello 20 volte, e alla fine comunque non lo hai pubblicato? 
Malissimo! 

Aspettare di raggiungere la perfezione non ha senso. 

In primis perché forse questa perfezione non arriverà mai. 

E in secondo luogo perché il bello di un percorso sta anche nella crescita. È perfettamente normale iniziare pubblicando contenuti di un livello medio, per poi migliorarsi col tempo. 

Vedrai che con più pratica farai, più capirai le dinamiche del social, più i tuoi contenuti funzioneranno. 

Anche perché, ricordati che in media un contenuto pubblicato su Instagram ha una vita di qualche ora. 
Ne vale la pena spendere ore e ore di lavoro per un post che verrà visto per così poco tempo?

App e Tool non autorizzati da Instagram

Usare applicazioni e tool esterni a Instagram e non autorizzati da Meta ti stronca il profilo in un attimo. 

Stiamo parlando di tutti quei tool per vedere chi ha smesso di seguirti o che automatizzano azioni. 
Con questo non stiamo demonizzando tutte le piattaforme, perché alcune di esse sono approvate da Instagram. 

Per capirlo, ti basta fare l’accesso e vedere se ti propone il login tramite Facebook è tutto ok, stai tranquillo.

Se invece ti chiede di inserire Username e password allora è altamente probabile che non sia un tool autorizzato, quindi esci subito! 

Evita azioni di Massa

Evita le azioni di massa.

Mettere tantissimi like, commentare massivamente una serie di contenuti, seguire troppi account nello stesso momento, bloccare o segnalare troppi profili, ecc. 
Non è una buona idea. 

Il rischio è che Instagram ti percepisca come un bot, anche se non lo sei, e quindi penalizzi il tuo profilo. 

Quindi: Interagisci in modo umano. 

Conclusioni

Questi erano i sei errori che comunemente commettono tutte le persone che iniziano a comunicare sui social.

Se sei alle prime armi, ti propongo anche questo articolo in cui puoi scoprire come ottimizzare al meglio il tuo profilo Instagram: Foto profilo, Nome utente, Bio, Storie in evidenza e molto altro.

Leggi altri articoli!

Contattaci

Fissiamo insieme una call conoscitiva e capiamo se possiamo lavorare insieme