Funnel di lancio degli infoprodotti

Condividi questo post

Indice

Introduzione
Lead Magnet
Sequenza video
Acquisto si, Acquisto no
Esempio
Conclusione

 

Introduzione

Che tu voglia lanciare un corso, un infoprodotto, acquisire dei clienti o monetizzare, una declinazione importante del classico funnel, è il funnel di lancio.
É un modello molto utilizzato, che sicuramente avrai già incontrato – magari senza riconoscerlo – e ha una struttura molto efficace.

L’obiettivo è creare hype attraverso dei contenuti di valore che si sbloccano ogni volta che l’utente vede il precedente.
Il contenuto finale sarà quello fondamentale. Con quest’ultimo si arriva alla proposta dell’offerta.
Bisogna valorizzare il prodotto o servizio facendo immaginare al potenziale cliente il vero beneficio che potrà trarre dall’acquisto.

Altro elemento da curare bene, è la campagna di e-mail. Bisogna essere persuasivi (e anche qui Cialdini ci aiuta).
Vediamo tutti i passaggi per metterlo in piedi in ogni business.

Tempo di lettura: 6 minuti oppure ascoltalo in Podcast!

 

Lead Magnet

Si parte con un contenuto gratuito che sia di valore per la tua audience.
Lo si fa perché l’utente acquisisca fiducia nel brand o per sfruttare il principio di reciprocità di Cialdini.
Se volete puntare ad un pubblico freddo – che ancora non vi conosce – sarà necessario associare una buona dose di Advertising.
L’obiettivo è quello di far atterrare il potenziale cliente in una opt-in page, cioè una landing page costruita ad hoc.

 

Sequenza video

L’utente ha cliccato sulla vostra adv. È entrato nell’opt-in page. Che succede ora?
Viene invitato a lasciare la propria mail per iscriversi alla lista di lancio del prodotto e appena lasciata la mail, gli viene proposta una sequenza di almeno 3 video.
Ogni video, si sblocca solo dopo aver visto quello precedente. E solamente dopo il terzo video sarà possibile accedere al carrello.

Finita la sequenza dei tre video, si arriva alla pagina di vendita con un video finale che lancia o presenta l’offerta.
Qui la CTA chiara e univoca, deve essere rivolta alla vendita.

 

Acquisto si, Acquisto no

Se l’utente compie l’acquisto, atterra in una pagina in cui gli viene proposto un upsell (l’acquisto di un prodotto simile, ma in versione migliore rispetto a quella che ha) o un cross sell (l’acquisto di un prodotto complementare a quello che ha acquistato).
Proporre in seguito questi upgrade, non avrebbe lo stesso effetto.
Il cliente è caldo ora. Non tra due ore. Non domani.

Se invece l’utente non acquista e abbandona il carrello, verrà ricontattato con una sequenza di mail che via via spinge sull’urgenza con la finalità di convincerlo ad acquistare.

 

Esempio

Vediamo un esempio, del collega Ben Heath.

Sul suo sito mette a disposizione delle risorse gratuite (tempo fa aveva anche delle adv che portavano esattamente a questi lead magnet).

Scegliamo la miniserie su come costruire e scalare una Facebook ads agency.


Cliccando su “Get instant access” ci chiede nome e mail per accedere al contenuto gratuito.

 

Completata la fase di lead, avremo accesso ad un video che ci introduce nel corso gratuito.

 

Appena completato il video, la nostra mail avrà una sorpresa.

Il primo messaggio è una mail in cui ci parla di lui, del suo gruppo Facebook e di altre risorse utili, al termine del quale c’è il link per il primo video.


Visto il primo video, arriva un’altra mail con un altro link (il secondo video) e così via.
Lui utilizza più di tre video, ma questo dipende dalla strategia utilizzata e dal mercato.

Alla fine di tutto il processo, la nostra casella di posta dovrebbe essere più o meno così:

 

L’ultimo video però, avrà qualcosa di diverso:

Un link ad una masterclass!


E nella opt-in page abbiamo:

  • tempo limitato per accedere alla masterclass
  • uno sconto di quasi metà prezzo
  • i Principi della persuasione di Cialdini in ogni paragrafo.

 

A questo punto se mettiamo nel carrello la masterclass, perfetto, funnel concluso.

Altrimenti, nei prossimi due giorni arriveranno mail da Ben che ci ricorderanno che il tempo sta per scadere.
Poi ci ricorderanno che potremmo ancora accedere ma con uno sconto inferiore al precedente e così via.
Cercando di fare leva sull’urgenza di acquistare subito.

 

Conclusione

Abbiamo visto come questo tipo di funnel sia abbastanza semplice da lanciare ma richieda tanta strategia preventiva e tanta automazione.
Se credi che nel tuo business un funnel del genere sia applicabile, ma non sai da dove partire, ti invito a compilare il form qui sotto per avere una consulenza gratuita di 45 minuti!
Insieme capiremo se e come è applicabile al tuo business e quali risultati puoi ottenere!

Leggi altri articoli!

Advertising

Email Marketing: cos’è, come funziona e i vantaggi

Indice Introduzione Cos’è l’email marketing? Da dove partire per scrivere un’Email con fini di Marketing? Quando inviare una Mail Promozionale? Quali software scegliere per fare

Contattaci

Fissiamo insieme una consulenza gratuita di 45 minuti e capiamo se possiamo lavorare insieme

Privacy policy